FOTOCRONACAFERMANA

FERMO

 

 

PROVINCIA DI FERMO

 

 

PREFETTURA DI FERMO

UFFICIO TERRITORIALE DEL GOVERNO

 

 

 

 

PREFETTURA DI FERMO

UFFICIO TERRITORIALE DEL GOVERNO

 

Osservatorio provinciale degli incidenti, con il concorso della locale sezione della Polizia Stradale

 

 

Lunedì 19 luglio, nel pomeriggio, presso la sede del Palazzo del Governo, alla presenza del Prefetto di Fermo Vincenza Filippi, ha avuto luogo la presentazione del portale informatico realizzato da due studenti dell’I.T.I. Montani, su specifico impulso del gruppo di lavoro a tale scopo costituito presso la Prefettura nell’ambito dell’Osservatorio provinciale degli incidenti, con il concorso della locale sezione della Polizia Stradale, per consentire il monitoraggio mediante geo localizzazione degli incidenti rilevati su tutto il territorio della provincia di Fermo.

Alla presentazione, inoltre, hanno preso parte il Presidente della provincia, il Sindaco del Comune capoluogo, il Questore, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Fermo, la Preside dell’ITI Montani, il dirigente della Polizia Stradale di Ascoli Piceno e qualificati rappresentanti della Guardia di Finanza e dei Vigili del Fuoco. I ragazzi, assistiti dai docenti che li hanno seguiti nell’elaborazione del progetto, hanno illustrato efficacemente quanto realizzato, mettendo in evidenza la funzionalità del portale, in grado con pochi passaggi di consentire in modo intuitivo di analizzare i dati relativi agli incidenti stradali a livello provinciale, elaborare statistiche, creare una mappatura dei sinistri rilevati in base alle zone considerate e altro ancora. Tutto con la previsione di profili operativi dotati di funzioni diversificate, così da consentire l’amministrazione del portale o il semplice utilizzo unicamente da parte degli addetti ai lavori. Al termine della presentazione, le autorità presenti hanno dato alcuni importanti suggerimenti di tipo tecnico per il successivo sviluppo del progetto e si sono complimentati con gli studenti per l’encomiabile impegno mostrato nella realizzazione del portale. Il lavoro svolto, che per i ragazzi ha costituito inoltre materia dell’esame finale del proprio corso di studi grazie al quale hanno anche conseguito una lode, è il frutto della collaborazione instaurata tra questa Prefettura e l’Istituto Tecnico Tecnologico Statale “G. e M. Montani”, nata con l’intento di mettere a disposizione delle Forze dell’Ordine e delle Polizie Locali dei comuni della provincia uno strumento grazie al quale provvedere all’inserimento, alla consultazione e all’utilizzo di tutti i dati ed informazioni relativi agli incidenti occorsi sul territorio.  L’obiettivo, ambizioso e ancora da realizzarsi, è quello di consentire una mappatura in tempo reale dei sinistri stradali, funzionale rispetto all’attività di monitoraggio dell’Osservatorio provinciale coordinato dalla Prefettura, per indirizzare, anche attraverso l’elaborazione statistica dei dati raccolti, le attività e le determinazioni del predetto organo volte a garantire la sicurezza stradale, specie con riferimento ai punti della rete viaria che risultino maggiormente critici. La partnership con l’Istituto Montani, ha costituito occasione utile per il coinvolgimento degli studenti nell’elaborazione di progetti in collaborazione con la Pubblica Amministrazione, concorrendo nella formazione e nell’acquisizione di una maggiore consapevolezza da parte dei ragazzi della funzione di legalità che l’Amministrazione svolge a favore del cittadino e del contributo che può essere fornito al raggiungimento di migliori risultati nell’interesse pubblico generale.  Dall’altro lato, la medesima collaborazione per la Prefettura ha significato poter avvalersi di nuove competenze e nuove energie in grado di migliorare le sue prestazioni e di dotare concretamente gli operatori di nuovi strumenti al passo con le più recenti tecnologie.Una nuova sinergia, quindi, che mira a ricercare e valorizzare le competenze che nascono dal territorio, tracciando un percorso innovativo che si auspica potrà condurre in futuro ad un risultato operativo con la prosecuzione dei lavori di rifinitura e perfezionamento del portale e la necessaria interlocuzione con gli organi accertatori e con i competenti uffici ministeriali del Dipartimento P.S. servizio Polizia Stradale.

 

                                                                                  L’Addetto Stampa

                                                                                  Capo di Gabinetto

                                                                                          Sadutto

 

 

****************************************************************************************************************************************************************************************************

 

Firma del Protocollo di Legalità per l'assunzione di lavoratori per la ricostruzione post sisma 2016

 

 

 

Ieri mattina, dalle ore 11, presso la sede della Prefettura di Fermo, con il saluto introduttivo del Prefetto Carmine Valente, Direttore della Struttura di Missione prevenzione e contrasto Antimafia Sisma 2016, presente in collegamento mediante videoconferenza da Roma, è stato sottoscritto il Protocollo per l'assunzione dei lavoratori da impegnare nella ricostruzione ai sensi dell'art. 35, comma 8° della legge n. 229 del 15 dicembre 2016 di conversione del decreto legge 17 ottobre 2016, n. 189, recante interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto 2016. Il documento è stato illustrato nei suoi contenuti principali grazie al dettagliato intervento del Prefetto Valente, cui il Prefetto di Fermo Vincenza Filippi ha rivolto un sentito ringraziamento per la sua presenza in occasione di un momento così importante e decisivo per il territorio fermano, fra i primi ad arrivare alla firma del predetto protocollo tra quelli interessati dal sisma del 2016 Presenti in sala per la firma i rappresentanti di tutti i soggetti che compongono il Tavolo Permanente istituito dal documento d’intesa, che sono espressione delle varie componenti e realtà firmatarie del protocollo, nonché il mondo delle istituzioni locali, quello delle associazioni di categoria e quello dei sindacati.  Il protocollo persegue l’obiettivo di garantire una ricostruzione post sisma in grado di coniugare lavoro, salute e sviluppo del territorio; sarà rivolto a tutti i cantieri pubblici e privati connessi alla ricostruzione post sisma 2016 allo scopo di contrastare fenomeni come: il lavoro nero o grigio, il dumping contrattuale, i fenomeni elusivi, la concorrenza sleale, l'evasione contributiva, i fenomeni infortunistici. Il medesimo documento mira anche a realizzare un’azione positiva, dando sostegno a tutte le iniziative di informazione e sensibilizzazione verso la committenza pubblica e privata per agevolare la corretta applicazione del quadro normativo di riferimento, fatte salve le specifiche competenze in materia dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro cui viene demandato il coordinamento delle azioni di contrasto al lavoro irregolare.  Alla firma ha presenziato inoltre il delegato del Commissario per la Ricostruzione post sisma del 2016, il quale, nel portare i saluti del Commissario Legnini ai presenti, ha avuto modo di riflettere sull’importanza del documento con il Direttore della Struttura di Missione.Il Protocollo mira a costituire un fondamentale strumento di sostegno alle attività di ricostruzione post sisma presso i Comuni maggiormente colpiti della provincia di Fermo, che potranno avvalersi da ora del confronto in seno al Tavolo Permanente, vera e propria stanza di compensazione nel segno della legalità e della sicurezza.

 

 

               L’Addetto Stampa

                    Capo di Gabinetto     

Sadutto