FOTOCRONACAFERMANA

 PORTO SANT'ELPIDIO

PROVINCIA DI FERMO

 

 

 

 

AL VIA I LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE DI VILLA BARUCHELLO

 

 

Al via i lavori di riqualificazione di Villa Baruchello. Come anticipato nell’assemblea pubblica di novembre in occasione della presentazione del progetto si parte dal bosco nella parte confinante con l’Autostrada.  “Dopo la messa in sicurezza dell’area - spiega il Sindaco Nazareno Franchellucci - si procederà con le potature delle piante, la pulizia del verde per una completa riqualificazione del giardino che rappresenta oltre che un polmone verde per la città anche un patrimonio unico dal punto di vista storico, culturale e turistico riconosciuto anche dal Mibact che ha finanziato il progetto con un milione di euro”. “Il progetto – aggiunge il Vicesindaco Daniele Stacchietti –  mira a dare identità e carattere alla villa, oltre a conservarla e proteggerla in tutti gli spazi, collegati tra loro: viale d’ingresso, giardino, bosco, fontana, roseto, bar e centro polivalente, orto urbano, teatro di verzura, viale degli aranci, parco ricreativo, sala mostre e convegni, esedra.  I 15 mila mq di bosco si caratterizzano per  essenze predominanti come  i lecci ma, sono presenti  anche pini d’Aleppo e piante monumentali. C’è addirittura un pino alto 20 metri e con 470 cm di circonferenza.

Nello specifico il progetto prevede la riparazione o sostituzione delle parti degradate del recinto nella zona al confine con l’autostrada e a sud, verso i campi coltivati. I cancelli saranno automatizzati verso nord, lungo i viali d’accesso in direzione del parcheggio e nel nuovo accesso tra la villa e il centro polivalente, lungo il perimetro dell’esedra. Sarà consolidata la scala delle sfingi, saranno ripristinate le murature dei parapetti della scala e dei gradini lesionati più a est, saranno restaurate le balaustre in ferro battuto. La fontana sarà elemento centrale, sarà eliminata la balaustra e sostituita con un sistema di sicurezza meno impattante. Sarà restaurata la porta finestrata della limonaia, che sarà illuminata in maniera da far emergere la bellezza dell’immobile che deve essere facilmente fruibile, alla portata di tutti. Sarà messo a norma l’impianto interno, in particolare nella sala conferenze, le pareti con muffe, infiltrazioni saranno deumidificate e impermeabilizzate. Sarà realizzato un marciapiede e un sistema di drenaggio sottostante all’ingresso e sarà salvaguardata una grotta sotterranea con accesso al piano terra.

 

*****************************************************************************************************************************************************************************************************

 

LOTTA ALLA POVERTA’: PROSUEGUE IL PROGETTO PER AIUTARE I NUCLEI IN

 

 DIFFICOLTA’

 

Prosegue il progetto “Lotta alla Povertà” promosso dal Banco delle Opere di Carità Marche e dal Comune di Porto Sant’Elpidio. Tra ieri ed oggi verrà effettuata la seconda consegna dei pacchi alimentari ai 15 nuclei familiari che attualmente vengono seguiti e sono stati inclusi nel progetto. Il Banco delle Opere di carità nasce a Caserta nel 1993, nelle Marche opera dal 2013 ed ha come obiettivo principale quello di recuperare le eccedenze alimentari destinate al macero ma perfettamente commestibili, per offrirle alle persone indigenti. Nello specifico i Servizi Sociali del Comune di Porto Sant’Elpidio segnalano al B.O.C. un elenco di nuclei familiari bisognosi dopo averne verificato la reale esigenza. I prodotti vengono smistati e raccolti in una specifica sede individuata nei locali della parrocchia SS. Annunziata. In un secondo momento l’Associazione di volontariato “Vicino a Te”  si occupa della consegna dei pacchi. L’ adesione al progetto del B.O.C.  consente di aiutare coloro che sono in difficoltà per rispondere ad una prima esigenza di natura alimentare, prevenire lo spreco e diminuire l’impatto ambientale che i prodotti destinati al macero provocherebbero.“Abbiamo aderito a questo progetto – spiega l’assessore ai Servizi Sociali Luca Piermartiri – perche riteniamo che in questo difficile momento di congiuntura economica possa rappresentare una valida risorsa per sostenere le famiglie in difficoltà la cui situazione si è ancor più aggravata a seguito della pandemia. A tal proposito vorrei ringraziare Don Tony per aver messo a disposizione i locali della parrocchia e Tiziana Antonini Presidente dell’Associazione “Vicino a Te” che collabora per la consegna dei pacchi alimentari. Questo strumento, insieme al lavoro di tutte le associazioni di volontariato locali e a quello continuo e periodico dei servizi sociali permette di sostenere un numero maggiore di nuclei familiari che altrimenti sarebbero rimasti esclusi”.