FOTOCRONACAFERMANA

FERMO

 

 

PROVINCIA DI FERMO

 

 

 

 

CORONAVIRUS AL MURRI


Livini si risolleva:
«Zero decessi al Murri e test sui sanitari tutti negativi»
Cinque team medici operativi

Qualche buona notizia dal nosocomio del capoluogo di provincia in una giornata che invece, a livello regionale, ha fatto registrare, invece 26 decessi nelle ultime 24 ore. E da lunedì prossimo a Fermo verrà avviato il Diagnostic Drive Through

Finalmente qualche buona notizia. Dopo i sette decessi registrati ieri e i contagiati dal Coronavirus che, nel Fermano, proprio in queste ultime ore hanno sfondato la soglia dei 200 casi (204), oggi al Murri non si sono registrati decessi. Dei primi 120 tamponi su personale sanitario nessuno è risultato positivo. E ancora: uscito dalla Rianimazione il paziente uno e tornerà a breve in corsia il grosso dei sanitari oggi in quarantena. A confermare le buone notizie, con un bollettino regionale che, invece, nelle ultime 24 ore ha fatto registrare ben 26 decessi, è direttamente il direttore di Area vasta 4, Licio Livini che tira un sospiro di sollievo, certo magari non definitivo, ma comunque un bel sollievo. E il direttore Livini fornisce anche il quadro delle squadre in campo per contrastare il Coronavirus, team medici al Murri e in strada, tutti operativi.“Oggi non abbiamo avuto decessi in ospedale. Sul fronte test abbiamo voluto fare test tamponi ai nostri operatori pur coscienti che potevamo avere sorprese. Già da ieri è stato avviato lo screening nelle aree critiche del Pronto Soccorso, della Rianimazione/Terapia intensiva, delle Malattie infettive e delle aree mediche Covid-19.Ebbene, ad oggi sono stati effettuati 120 controlli a seguito dei quali nessuno risulta positivo. Questo è un dato molto significativo, ci fa essere fiduciosi e conferma che stiamo operando su percorsi di sicurezza che garantiscono i nostri professionisti. Continueremo ovviamente a controllare i nostri dipendenti completando gli screening nelle Aree rosse, nel giro di qualche giorno. L’incidente accusato nella Medicina interna di Fermo è stato una casuale avversità e possiamo già considerare che i due terzi, circa, delle 43 unità sanitarie tra medici e operatori sanitari ad oggi in quarantena, rientrerà in servizio fra circa una settimana”.Restando al Murri, ma sponda pazienti: “Ad oggi – il punto del direttore Av4 – sono ricoverati in terapia intensiva 9 pazienti, 5 all’ex Utc, sempre in terapia intensiva, 12 all’ex Obi come terapia sub-intensiva come pure di sub-intensiva si può parlare per i 4 negli spazi dell’ex Cardiologia. A Malattie infettive sono presenti 19 persone mentre 24 nell’area medica A e 22 nella B”.Sul territorio – l’assetto degli operativi predisposto da Livini – sono attivi due team di medici di medicina generale e infermieri che effettuano visite a domicilio, due team di personale sanitario per tamponi a pazienti sintomatici, un team di personale sanitario fisso, ossia nella tenda della Protezione civile antistante l’ingresso dell’ospedale, per tamponi agli operatori interni. E da lunedì prossimo si avvierà il Diagnostic Drive Through“, ossia un test rapido, veloce, per verificare la positività a Coronavirus.