FOTOCRONACAFERMANA

FERMO

 

 

PROVINCIA DI FERMO

 

Fermo

2 giugno 2019

Celebrazione della Festa della Repubblica

Mattinata di celebrazioni tra Duomo, Piazzale Girfalco e Piazza del Popolo

 

  

La santa messa all’interno del Duomo. La cerimonia nei pressi del monumento ai Caduti di tutte le guerre. L’omaggio alla targa celebrativa in Piazza del Popolo. È stata, come da tradizione, una mattinata intensa per la città di Fermo in occasione delle celebrazioni della Festa della Repubblica. Un 2 giugno scandito dalle parole dell’arcivescovo monsignor Rocco Pennacchio dall’altare della Cattedrale Metropolitana, dalla lettura del messaggio del presidente Sergio Mattarella da parte del prefetto Vincenza Filippi nel Piazzale Girfalco e dal silenzio che ha accompagnato il rituale ricordo di chi, per difendere l’Italia, diede la vita.“Questo è un territorio accogliente al massimo, in tutte le sue sfaccettature – ha voluto rimarcare il prefetto Filippi -. Un ringraziamento va al personale della Prefettura, che ha collaborato in maniera autentica, nonostante un numero ridottissimo di unità. È questa un po’ la preoccupazione che abbiamo, ma tutti hanno interpretato con sincera partecipazione questo ruolo. Fa piacere con quanto spirito di comunanza si riesce a perseguire i nostri obiettivi”. L’impegno, ha proseguito, resta quello di incrementare l’organico. “Dal primo giorno sono impegnata per questa causa – ha aggiunto -. Riguardo al rapporto con le altre istituzioni, sarà mia cura vedere singolarmente i vari Comuni, sia quelli del distretto calzatueriero che i più piccoli, tutti portatori di grandi valori. Massimo attenzione, quindi, alle comunità locali, così come ai temi dell’immigrazione e della sicurezza”.