FOTOCRONACAFERMANA

FERMO

 

 

 

Stemma Provincia di Fermo

PROVINCIA DI FERMO

 

 

LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZALE AZZOLINO:

PROCEDONO GLI INTERVENTI RIGUARDANTI

LA SISTEMAZIONE DEI SOTTOSERVIZI

  

Procedono già da una settimana i lavori di riqualificazione a Piazzale Azzolino che hanno preso il via con i primi interventi riguardanti la sistemazione dei sottoservizi.I lavori (eseguiti dalla ditta Savini di Senigallia) del progetto complessivo, come noto, consistono nel recupero della pavimentazione esistente, nell’interramento dei cavi aerei esistenti, nella riqualificazione della balconata, nell’installazione di panchine e di un’illuminazione a led, interventi conformi al Regolamento d’Arredo Urbano.“Questi lavori si inseriscono in una progettualità organica e coordinata che vede, come noto, la riqualificazione del Terminal, dal quale è possibile arrivare in Centro attraverso la risalita meccanizzata la cui realizzazione è oramai alle fasi conclusive e la riqualificazione di Piazzale Azzolino - ha detto l’assessore ai lavori pubblici Ingrid Luciani - in un disegno strategico volto a facilitare l’accesso al centro storico ed a viverne tutte le sue valenze culturali, turistiche e commerciali. In questo disegno ecco che i cantieri aperti in Centro guardano questo obiettivo e sono strettamente collegati con le progettualità quali l’ITI Urbano dell’ex mercato coperto e Retailink sul rilancio delle attività commerciali”.Prima di dare il via al cantiere, come si ricorderà a settembre scorso sono stati eseguiti gli interventi prescritti dalla normativa vigente e dalla Soprintendenza regionale consistiti nei saggi preliminari di verifica archeologica dell’area che non hanno rinvenuto reperti né materiale di interesse archeologico per cui gli scavi, aperti allo scopo di effettuare i sondaggi, sono stati subito chiusi. “Riqualificazione che era attesa e necessaria proprio perché vogliamo valorizzare maggiormente quest’area quale punto da cui anche godere e vivere e la città – ha proseguito l’assessore Luciani. Ci scusiamo per i disagi ma possiamo assicurare che la ditta sta lavorando ed impegnandosi in modo spedito. Il progetto di riqualificazione di Piazzale Azzolino è stato ideato proprio per ridare una maggiore fruibilità e vivibilità a questo spazio ed il suo iter è iniziato già nel 2016 con un percorso condiviso dall’Amministrazione Comunale con i commercianti che ringraziamo per la collaborazione e per la condivisione”. Un progetto che sicuramente contribuirà a migliorare Piazzale Azzolino con una veste nuova che sarà indubbiamente funzionale e importante dunque per i cittadini, per le attività commerciali, per i turisti e per i visitatori.

 

Dare un nuovo volto a Piazzale Azzolino entro la prossima estate: è questo uno degli obiettivi principali che si è posta la giunta comunale fermana in questo inizio di 2018.Un obiettivo che a brevissimo comincerà a diventare realtà: venerdì, infatti, scade il termine per la consegna dei lavori ai sensi del codice degli appalti, quello da cui decorre il termine per eseguirli, e la ditta che se li è aggiudicati, la Savini snc di Senigallia, è attesa in città per l'inizio della prossima. “Li stiamo pressando perché è importante stare nei tempi”, afferma l'assessore ai lavori pubblici Ingrid Luciani.

112 mila euro l'importo complessivo dei lavori (aggiudicati con un ribasso di circa il 25%), che dovranno essere eseguiti in 120 giorni.  Le operazioni verranno portate avanti a tronconi per non danneggiare eccessivamente l'attività dei commercianti, i quali comunque una decina di giorni fa sono stati anche coinvolti direttamente in un incontro con l'amministrazione e la ditta incaricata: “La piazza non verrà smantellata integralmente – rassicura a questo proposito l'assessore – e quindi gli esercenti potranno continuare a lavorare. Metteremo anche delle passerelle per cercare di causare meno disagi possibili all'utenza: abbiamo comunque ritenuto che questo potesse essere il periodo dell'anno migliore per procedere con i lavori”.

Diversi gli interventi previsti: in primo luogo verranno occultati tutti i servizi come i cavi dell'Enel e della Telecom che attualmente corrono lungo i palazzi attorno alla Piazza e che invece verranno interrati sollevando la pavimentazione.

La stessa pavimentazione, poi, “non verrà sostituita perché è storica e resistente – spiega la Luciani – ma si procederà semplicemente ad una sua sistemazione, eliminando gli avvallamenti più accentuati e creando dei percorsi che ne ingentiliranno l'aspetto”. Percorsi tra i vicoli e la piazza che saranno realizzati con i laterizi messi a coltello, che creeranno dei “tappeti” e che verranno rischiarati anche tramite un'apposita illuminazione di carattere non architetturale.

Ma non è finita qui, perché si interverrà anche sulla balconata soprastante l'attuale sede della Protezione Civile con la rimozione della balaustra in muratura e la sua sostituzione con una in vetro e cristallo per valorizzare maggiormente il panorama.

Il tutto verrà completato con la sistemazione di alcune panchine e la predisposizione dei pilomat che regoleranno l'ingresso in piazza, il carico e lo scarico e l'accessibilità per i disabili. Un insieme di interventi che lasciano comprendere in maniera inequivocabile la volontà dell'amministrazione, quella di valorizzare quanto più possibile la vocazione pedonale di Piazzale Azzolino. “La possibilità di utilizzo per i mezzi verrà effettivamente ridotta e soprattutto destagionalizzata – conferma la Luciani – anche se poi il dettaglio di questi aspetti verrà studiato solo più avanti”.

Dei circa 15 posti auto attualmente presenti nella piazza rimarranno solo i due per disabili, che verranno anzi raddoppiati: “Valuteremo poi se rimettere alcuni posteggi per la bassa stagione – spiega la Luciani – altrimenti rimarranno solo quelli per i portatori di handicap e per il carico e lo scarico”.

Naturalmente per procedere a questa progressiva pedonalizzazione è fondamentale la prosecuzione di pari passo dei lavori all'impianto di risalita meccanizzata che dovrà collegare il Terminal con Piazzale Carducci, da cui poi è già possibile usare gli ascensori per raggiungere Piazzale Azzolino.

Anche sotto questo aspetto l'assessore illustra novità importanti: “Per i primi due tronconi (quello che collega il Terminal a Via delle Mura e quello che unisce quest'ultima a Via Sant'Anna, ndr) mancano solo i vetri della pensilina principale, che arriveranno e saranno montati tra la fine del mese e la metà di febbraio: solo allora ci sarà il sopralluogo dell'USTIF, l'ufficio preposto per dare l'ok definitivo”.

Più lunghi i tempi per l'ultimo troncone, quello da Via Sant'Anna a Piazzale Carducci, perché, spiega sempre la Luciani, i danni causati dal sisma hanno comportato la necessità di una revisione e di un adeguamento generale del progetto di inserimento delle due scale mobili.

Piazzale Azzolino poi attende naturalmente anche i lavori di ristrutturazione e riqualificazione del mercato coperto volti alla sua trasformazione in un polo insediativo tecnologico e di ricerca, lavori già finanziati con circa 6,3 milioni di euro dalla Regione Marche tramite l'approvazione del Progetto Iti Urbano del capoluogo.

“Gli interventi che stiamo portando avanti si inseriscono tutti in un discorso organico – chiosa la Luciani -. Lo stesso spostamento di alcuni servizi al cittadino (sede dei vigili urbani e della protezione civile, ndr) a Piazza Dante consente di configurare maggiormente il terminal come il punto principale di sosta lunga per chi accede a Fermo. Una volta andato pienamente a regime il sistema di risalita, tutti potranno accedere facilmente a Piazzale Azzolino. Personalmente è un intervento a cui tengo molto: mi piacerebbe un giorno vederlo pieno di bambini”.