FOTOCRONACAFERMANA

FERMO

 

 

 

Stemma Provincia di Fermo

PROVINCIA DI FERMO

 

 AL TEATRO DELL'AQUILA DI FERMO

 

 6 NOVEMBRE

 

CERIMONIA DI PRESENTAZIONE

 

 DEL  LIBRO TIFO CANARINO  NEL CENTENARIO DELLA SUA FONDAZIONE 1920-

 

2020 FERMANA CALCIO

 

Cento anni di tifo canarino in un libro.  "La passione in ogni pagina".

 

CON LA STRAORDINARIA PARTECIPAZIONE  FEDERICO BUFFA

 

“Ti difendo da cent’anni, ti amo da sempre”, al Teatro dell’Aquila è andata in scena la storia fotografica della Fermana

  

Un secolo di vita vissuta tra campi di calcio, spalti, aneddoti e racconti dalla piazza. Nella prima serata di ieri la presentazione del volume narrata,

 decade dopo decade, da metaforici ambasciatori a ripercorrere puntualmente le tappe sportive dalla genesi del sodalizio gialloblù fino ai giorni nostri.

 Sul palco un ospite d'eccezione, il giornalista e volto noto di Sky, Federico Buffa

   

   

 All’uscita, il folto pubblico intervenuto nella prima serata di ieri ha emesso un verdetto unanime: una bellissima iniziativa, ben

 congeniata e perfettamente condotta da Uberto Frenquellucci e Gaia Capponi, per una serata memorabile vissuta sul palcoscenico del

 Teatro dell’Aquila.Grade successo infatti, ha riscosso il vernissage di presentazione del volume fotografico sul tifo centenario gialloblù,

 intitolato “Ti difendo da cent’anni, ti amo da sempre” e realizzato dai ragazzi della Curva DuomoL’opera, presentata nel corso di uno

 spettacolo/evento che ha evidenziato le evoluzioni e le mutazioni della fede, della passione, del colore e del sostegno sempre assicurati

 dagli sportivi cittadini alla Fermana ripercorre, a grandi linee, un secolo di storia canarina di popolo e di squadra, dai curiosi presenti a

 bordo campo al San Carlo o al Campo di Marte, ai primi gruppi organizzati nati a metà degli anni ’70 sino ad arrivare a quelli

odierni.Clou della serata l’intervento di Federico Buffa, giornalista Sky ed indubbiamente uno tra i migliori storyteller in circolazione. Da

 sottolineare, anche il contributo dei tanti ospiti che, decade dopo decade, si sono avvicendati sul palco. Finale con premiazione: il mitico

 Alan Grandoni è stato proclamato “Tifoso del Secolo” ed a lui è andata la targa ricordo realizzata dall’Associazione Solo Fermana. A

 fare gli onori di casa il sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro e l’assessore allo sport, Alberto Maria Scarfini. Successivamente, microfono

 in mano all’attuale presidente della Fermana Football Club, Umberto Simoni ed al relativo direttore generale, Fabio Massimo Conti. Con

 loro, sotto i riflettori del palcoscenico, il terzino destro Donato De Pascalis e l’attaccante Kingsley Boateng, tra il pubblico il direttore

sportivo Matteo Scala, il team manager Walter Matacotta, il segretario Maurizio Stinco, il dirigente accompagnatore Enrico Guidi e la

 responsabile marketing, Lucia Polci.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ad intervallarsi poi sul palco, come ambasciatori delle tappe storiche incastonate nella mente e nel cuore di tifosi ed appassionati Paolo

 Bartolomei, a narrare i momenti di vita vissuta nel decennio andato dal 1910 al 1920, Bruno Zamponi per la decade successiva ed

 ancora Bruno Donzelli, giunto sino al 1940. A seguire, per le vicende maturate tra il 1940 ed il 1950, Benito Maranesi, a lasciare poi

 il posto a Mauro Nucci, 1950-1960. Spazio poi a Marco Rossetti, la cui voce ha traghettato i presenti arrivando al 1970, prima di

 viaggiare metaforicamente oltre oceano, per arrivare alla Panama di Alessandro Ercole, testimonial del decennio giunto sino al 1980.

 Daniele Iacopini ha quindi trasportato la platea sino al 1990, momenti contemporanei raccontati poi da Oscar Stabile, tramite una

 lettera, a chiudere la partentesi temporale con il 2000. A Mario Scarfini i momenti andati dal 2000 al 2010, gran finale con Matteo

 Travaglini, del Gruppo 1920, Luigi Messineo ed Enrica Minnucci dell’Associazione Solo Fermana a premiare, come anticipato, il

 super tifoso Alan Grandoni.